Descrizione progetto

PANet 2010. PROCESSO PARTECIPATO GOCCIA: GESTIONE INTEGRATA DELLA RETE IDROGEOLOGICA  DEL PARCO REGIONALE DEI COLLI EUGANEI

Il Progetto PANet ha avuto l’obiettivo di approfondire la conoscenza dello stato delle acque del Parco ed in particolare dello stato in cui versano i calti e i canali dei Colli per poter avere una base su cui fondare future strategie e progettualità, anche in sinergia con gli Enti che già operano in questo settore.

La “fotografia” ottenuta grazie a PANet è il risultato congiunto delle sue 2 ramificazioni: la Carta Ittica e il progetto Goccia, processo partecipato per una gestione integrata della rete idrogeologica del Parco Regionale dei Colli Euganei – GOCCIA “Gestiamo Ognuno con Cura e Cautela Il Patrimonio dell’Acqua”

Il Progetto GOCCIA – affrontando il problema in modo innovativo tramite la realizzazione di un percorso partecipato – ha permesso di raccogliere la percezione del problema acqua da parte di abitanti e  frequentatori del Parco (privati cittadini, associazioni di categoria, associazioni varie e diversi gruppi di interesse), utilizzando una serie di incontri aperti a tutti i cittadini e la distribuzione di questionari appositamente studiati e messi anche on line nel sito del Parco.

Esito di questa prima consultazione è stata la MAPPA PERCETTIVA dei siti che coloro che a vario titolo vivono il Parco ritengono meritevoli di una tutela particolare e di quelli che al contrario sono stati segnalati come critici o bisognosi di interventi a causa di degrado, inquinamento ecc.

Il processo partecipativo si è concluso con il coinvolgimento di due classi dell’Istituto ITCGS Atestino di Este portandoli a dibattere su questo importante tema e coinvolgendoli nella comunicazione degli esiti anche di scuole francesi ad essi gemellati.

Importante risultato del progetto GOCCIA è stato anche quello di riunire intorno ad un tavolo di discussione, attraverso la costituzione del Gruppo di Riferimento, tutti gli Enti che a vario titolo hanno un ruolo nella gestione dei corsi d’acqua. Questo ha favorito attraverso il dialogo e il confronto, una migliore comunicazione e organizzazione che potrà essere molto utile anche nelle realizzazioni future nei vari interventi e ambiti di competenza.

Gli esiti del progetto hanno avuto ampie applicazioni operative anche nella revisione del Progetto Tematico Flora e Fauna, una delle costole operative del Piano Ambientale con implicazioni operative con ricadute nell’ambito del settore ambientale della tutela della flora e della fauna del Parco. Assieme all’indagine tecnica, che ha consentito attraverso l’ubicazione di 30 stazioni di campionamento nella rete idrica, di pervenire all’analisi qualitativa dell’acqua superficiale, sia dal punto di vista chimico-fisico che da quello biologico, Panet 2010, ha consentito la mappatura delle emergenze vegetazionali strettamente connesse ai corsi d’acqua e la costruzione della Carta Ittica dei Colli Euganei, strumento indispensabile per la gestione delle popolazioni ittiche, che non era mai stato fatto in precedenza.

Sito ufficiale del progetto